LA SICUREZZA SUL LAVORO

 

LE FIGURE DESIGNATE E LA LORO FORMAZIONE AI SENSI DEL D.LGS 81/08 E S.M.I.

 

Premessa

 

Il D.Lgs 81/2008 si applica a tutti i settori di attività, ove sono presenti “lavoratori” subordinati o autonomi o soggetti ad essi equiparati (tirocinanti):

>>> Imprese con almeno 1 socio lavoratore

>>> Imprese con almeno 1 lavoratore: a tempo indeterminato, a tempo determinato, con contratto di somministrazione, distaccato, a progetto, con prestazione occasionale, collaboratori coordinati e continuativi e che effettuano prestazione continuativa di lavoro a distanza, mediante collegamento informatico e telematico.

Adempimenti per l’impresa familiare e i lavoratori autonomi: hanno facoltà di partecipare ai corsi di formazione specifici in materia di sicurezza.

Per i lavoratori autonomi che operano nei cantieri:  vige l’obbligo di possedere una formazione in materia di sicurezza (requisito professionale richiesto dall’All. XVII del D.Lgs 81/2008)

 

  • FORMAZIONE R.S.P.P. – DATORE DI LAVORO (art.34 del Decreto 81/08 e Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011)

Lo svolgimento diretto dei compiti di RSPP da parte del datore di lavoro è consentito nei seguenti casi: aziende artigiane e industriali fino a 30 lavoratori; aziende agricole e zootecniche fino a 10 lavoratori; aziende della pesca fino a 20 lavoratori; altre aziende fino a 200 lavoratori.

Il datore di lavoro se è privo di attestato, entro novanta giorni dalla nomina deve frequentare un corso di durata variabile a seconda del rischio desumibile dal codice ATECO dell’impresa (rintracciabile sulla visura camerale):

> 16 ore: basso rischio

> 32 ore: medio rischio

> 48 ore: alto rischio

Si tratta di un corso serale, appositamente studiato per i titolari, strutturato in incontri di 4 ore dalle 19.00 alle 23.00

>>> Consulta il LIVELLO DI RISCHIO (definito in base al codice ATECO) per i corsi di formazione per RSPP Datore di Lavoro

 

  • AGGIORNAMENTO R.S.P.P. – DATORE DI LAVORO (Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011)

1.       se si è in possesso dell’attestato di un corso erogato tra il 1997 e il 11.01.2012 è necessario il corso di aggiornamento di:

> 6 ore: basso rischio

> 10 ore: medio rischio

> 14 ore: alto rischio

Da frequentare ENTRO IL 11.01.2017 (dopodiché l’aggiornamento sarà obbligatorio ogni 5 anni)

2.       Attenzione: il datore di lavoro che si è nominato RSPP ENTRO IL 31 DICEMBRE DEL 1996 e ha goduto dell’esonero alla frequenza al corso (ai sensi dell’art. 95 del D.lgs. 626/1994) , è tenuto a frequentare un corso di aggiornamento entro 24 mesi dall’11 gennaio 2012, quindi deve aggiornarsi ENTRO L’11 GENNAIO 2014.

Si tratta di un corso serale, appositamente studiato per i titolari, strutturato in incontri di 4 ore dalle 19.00 alle 23.00.

 

  • ADDETTO ANTINCENDIO (art.46 del Decreto 81/08 e DM 10 marzo 1998)

> 4 ore: basso rischio

> 8 ore: medio rischio

> 16 ore: alto rischio

Gli aggiornamenti non sono previsti né nel D.Lgs. 81/08 né nel DM 10.3.98, tuttavia il Dipartimento nazionale dei VF, il 23.2.2011 ha emanato una circolare che sollecita lo svolgimento dei corsi di aggiornamento. Nella circolare non è invece definita la periodicità con cui ripetere gli aggiornamenti. Per praticità si consiglia un aggiornamento ogni tre anni, come per la figura dell'Addetto al Primo Soccorso.

>>> Consulta il LIVELLO DI RISCHIO  per la formazione dell'ADDETTO ANTINCENDIO

 

  • FORMAZIONE PRIMO SOCCORSO (art. 45 del Decreto 81/08 e DM 388/03)

Corso base di 12 (aziende di categorie B o C) o 16 ore (aziende di categoria A)

Aggiornamento OGNI 3 ANNI di:

> 4 ore (se è stato frequentato un corso di 12 ore - aziende di categorie B o C)

                             > 6 ore (se è stato frequentato un corso di 16 ore - aziende di categoria A)

             >>> Consulta la CLASSIFICAZIONE in categorie per la formazione dell'addetto PS

 

  • FORMAZIONE LAVORATORI (art. 37 commi 1, 2, 4, 6 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato – Regioni del 21.12.2011). Con il nuovo Accordo Stato Regioni è stata ribadita la formazione obbligatoria di tutti i lavoratori, secondo le definizioni dell’articolo 2 del D.Lgs. 81/08, compresi:

-        soci

-        associati in partecipazione

-        tirocini formativi e di orientamento

-        destinatari di specifiche leggi regionali promosse per realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro o per agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro

-        allievi degli istituti di istruzione ed universitari con uso di laboratori, attrezzature di lavoro, agenti chimici, fisici e biologici, VDT

-        partecipanti ai corsi di formazione professionale

-        lavoratori socialmente utili

-        soci lavoratori di cooperativa

-        lavoratori a domicilio

-        lavoratori con contratto di portierato

Le ore di formazione sono direttamente proporzionali al livello di rischio dell’attività dell’azienda:

> Basso rischio: corso di 8 ore

> Medio rischio: corso di 12 ore

> Alto rischio: corso di 16 ore

Condizioni particolari e formazione pregressa:

  • I lavoratori di aziende, a prescindere dal settore di appartenenza, che svolgano mansioni che non comportino la loro presenza (neanche saltuaria) nel reparto produttivo, possono frequentare i corsi individuati per il rischio basso.
  • Non sono tenuti a frequentare il seguente percorso formativo i lavoratori che abbiano frequentato (ENTRO E NON OLTRE 12 MESI DAL 12/01/2012, data in cui è entrato in vigore l’accordo Stato-Regioni) corsi di formazione formalmente approvati prima del 12/01/2012 e rispettosi delle normative in materia di sicurezza sul lavoro.
  • I lavoratori che hanno frequentato i corsi di formazione da più di 5 anni dal 12/01/2012avranno 12 MESI DI TEMPOper poter frequentare il corso di aggiornamento(entro l’11/01/2013).
  • I lavoratori neo assunti devono essere avviati ai rispettivi corsi di formazione anteriormente o, se ciò non fosse possibile, contestualmente all’assunzione (al massimo: 60 giorni dalla assunzione)

E’ previsto un corso di AGGIORNAMENTO OGNI 5 ANNIdella durata minima di 6 ore per tutti e tre i livelli di rischio individuati.

>>> Consulta il LIVELLO DI RISCHIO (definito in base al codice ATECO) per i corsi di formazione per Lavoratori

 

  • RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (R.L.S.A.) (art. 37 commi 10 e 11 D.Lgs 81/08)

Formazione base di 32 ore.

Aggiornamento annuale di:

> 4 ore per le aziende tra i 15 e i 50 dipendenti

> 8 ore per le aziende oltre i 50 dipendenti

> per le aziende con meno di 15 dipendenti: non è necessario un aggiornamento annuale ma la formazione deve essere periodicamente ripetuta in relazione all’evoluzione dei rischi o all’insorgenza di nuovi rischi. Se ad esempio capita un infortunio, oppure se varia il DVR, oppure se varia una norma etc…

Le aziende che non eleggono un RLS aziendale devono nominare un RLS Territoriale di bacino o comparto (R.L.S.T.), rivolgendosi agli Organismi Paritetici.

 

  • PREPOSTO  (art. 37 comma 1 D.Lgs 81/08). Nel decreto 81 il preposto è un soggetto su cui gravano precisi obblighi, con conseguenti responsabilità penali. Nel decreto 81 il preposto è un soggetto su cui gravano precisi obblighi, con conseguenti responsabilità penali. L’art. 19, che ne definisce gli obblighi, attribuisce al Preposto per lo più il compito di sovrintendere e sorvegliare gli altri lavoratori, attribuito tramite delega o contrattualmente. Corrisponde spesso alla figura del Capo area, Capo Turno, Capo Reparto.

        Formazione base di 8 ore (è integrativa a quella dei Lavoratori)

        Aggiornamento quinquennale di 6 ore

 

  • DIRIGENTE  (art. 37 comma 1 D.Lgs 81/08). Nel decreto 81 il dirigente è una persona che, in ragione delle competenze professionali e di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico a lui conferito, attua le direttive del datore di lavoro organizzando l'attività lavorativa e vigilando su di essa.

        Formazione base di 16 ore ( sostituisce integralmente quella dei Lavoratori)

        Aggiornamento quinquennale di 6 ore

 

 

NOTE IMPORTANTI:

>>> I corsi hanno una durata variabile a seconda del livello rischio e della tipologia di corso.  Le aziende vengono classificate diversamente in base alla tipologia dei corsi da frequentare.

>>> Troverai i programmi dei corsi, le quote e le modalità di iscrizione.

>>> Alcuni corsi sono disponibili anche in modalità e-learning con i moduli di FORMERETE. Verifica i  o contattaci per maggiori informazioni.

 

Contattaci per ulteriori informazioni sui CORSI SICUREZZA